Cefalopodi

I Cefalopodi sono il gruppo di molluschi marini a cui appartengono, assieme ad altre specie, le seppie, i polpi ed i calamari. Il corpo di questi animali è caratterizzato dalla presenza di una testa piuttosto grande collegata direttamente ad una serie di braccia e di tentacoli dotati di ventose. Ciascun braccio può recare una doppia fila di ventose disposte lungo tutta la sua lunghezza, mentre nei tentacoli le ventose sono raggruppate alle estremità. Quindi, secondo questa distinzione, gli 8 “tentacoli” del polpo sono in realtà delle braccia, mentre nelle seppie e nei calamari, oltre alle 8 braccia, troviamo anche 2 tentacoli, che si distinguono dalle braccia perchè più lunghi e sottili e dotati appunto di ventose solo alle estremità.

Seppie e calamari possiedono inoltre una conchiglia interna: quella delle seppie, detto “osso di seppia”, è calcarea e di colore biancastro, mentre quella del calamaro, detta “gladio”, è cartilaginea e trasparente. I Cefalopodi sono animali carnivori, predatori, che si muovono veleocemente grazie ad un sistema di propulsione “ a getto”, costituito da un muscolo a forma di imbuto che espelle velocemente l’acqua dalla cavità del mantello. I Cefalopodi possiedono un sistema nervoso molto sviluppato e vengono ritenuti i piú “intelligenti” fra gli invertebrati marini. Alcune specie, come i polpi e le seppie, sono in grado di cambiare colore e di mimetizzarsi.

Calamaro
Osso di seppia
Polpo
Seppia

MAPPA DELLE SEGNALAZIONI DI PRESENZA SUL TERRITORIO ITALIANO

Nella mappa è rappresentato un reticolo di esagoni larghi 10 chilometri sovrapposto al perimetro costiero italiano. Sono visibili solo gli esagoni al cui interno ricadono uno o più tratti di spiaggia rilevati dai Guardiani della Costa.

La tonalità di colore di ogni esagono esprime l’abbondanza della categoria di beachcombing in base ai dati raccolti dai Guardiani al suo interno, ovvero la percentuale di punti di rilevamento in cui la categoria è stata ritrovata fra tutti i punti di rilevamento campionati nei tratti di costa ricadenti nell’esagono.

Accuratezza statistica del dato: 69,4%

ABBONDANZA